giovedì 1 settembre 2016

“Yes I RI”: il fai da te sostenibile

“Yes I RI”: Bricocenter valorizza il fai da te sostenibile

Da sabato 17 a domenica 25 settembre una settimana di laboratori per imparare a RI-parare, RI-ciclare, RI-durre e RI-spettare



Milano, settembre 2016 – Bricocenter si conferma il “vicino di fare” pronto ad offrire soluzioni per risolvere i piccoli problemi di ogni giorno, dalle semplici manutenzioni, alla cura della casa e del giardino. Nel corso dell’iniziativa “Yes I RI” in programma in tutti i punti vendita d’Italia da sabato 17 a domenica 25 settembre, gli addetti Bricocenter saranno a disposizione di chi ricerca suggerimenti per riparare o riciclaregli oggetti in modo facile, evitando gli sprechi e riducendo i consumi. In questo modo, Bricocenter si propone come insegna all’avanguardia per quanto riguarda i cambiamenti dei modelli di consumo indotti dalla crisi, sviluppando e proponendo le soluzioni per “far durare più a lungo” le cose e per limitare la produzione di rifiuti, nel massimo rispetto dell’ambiente.



In quattro diversi corner, dedicati a specifici laboratori, i negozi faranno conoscere prodotti e soluzioni per un fai da te sostenibile e alla portata di tutti.

RIpara & RIsparmiaun momento per scoprire tutti i prodotti e le azioni per riparare gli oggetti, evitando di effettuare nuovi acquisti  e riducendo così i rifiuti;

RIduci & RIcorda: un corner dedicato ai prodotti per la manutenzione e ai rimedi utili che consentono di limitare lo spreco delle risorse naturali, riducendo il dispendio idrico ed energetico;

RIcicla & RIusa: idee e consigli su come rinnovare trasformare un oggetto  in qualcosa di nuovo, utile e magari anche più bello;

RIspetta & RIpensa: un angolo dedicato a prodotti e soluzioni rispettosi della salute delle persone e dell’ambiente nonché ai comportamenti orientati al “farci stare bene”, assicurando benessere e sicurezza in ogni momento.

Attraverso l'iniziativa "Yes I Ri" , Bricocenter promuove una sostenibilità non solo ecologica ma anche economica e sociale: avere cura degli oggetti, operare una corretta manutenzione e ripensare le loro funzioni in modo creativo, permette di risparmiare e ridurre i costi di oggi e domani. Tutto questo nell'ottica della condivisione e della prossimità perché per Bricocenter i valori legati al "fai da te" si esprimono nel "fare insieme". L'amore e l'utilità di compiere azioni per se stessi, per la propria famiglia e per il proprio quartiere è uno stile di vita che va insegnato a partire dai piccoli gesti quotidiani.  

Per ulteriori informazioni contattare il responsabile del servizio
Katia Triaca
Junior Account Media Relations
Say What? S.r.l.
Tel: +39 02 31911873
Fax: + 39 02 31911852



martedì 16 febbraio 2016

Vuoi partecipare al contest di Creo e Decoro?

Di recente sono stata un pò assente dal blog ma i casi della vita a volte ti portano a rinunciare anche a piccoli piaceri come lo scrivere del tuo argomento preferito. Poi ho detto basta ed ora voglio ripartire e lo voglio fare in occasione dell'anniversario dell'apertura del sito www.creoedecoro.it  e soprattutto del rilascio del Marchio Ufficiale

Quindi elenco le notizie più importanti di quest'ultimo periodo: 
1) Di recente il logo soprastante è diventato il marchio ufficiale di Creo e Decoro 
2)Visto l'eccezionalità dell'evento sopracitato e dato che a breve sarà anche l'anniversario dell'apertura del sito, ho deciso di preparare il nuovo e più importante contest di creoedecoro.it. Il contest è aperto a tutti coloro che hanno effettuato almeno un acquisto nello shop. Per chi non ha mai acquistato da creoedecoro.it c'è la possibilità di partecipare effettuando un acquisto anche minimo, entro il 22 Febbraio 2016 ( tale data è valida solo per chi ne viene a conoscenza tramite questo blog). Subito dopo verrà pubblicato il regolamento completo. In palio c'è la pubblicazione del progetto vincitore sia sul blog Voglio Creare che su tutti gli altri canali media per noi disponibili, la foto in copertina nel gruppo creoedecoro.it di fb per un mese e in più un forte sconto sul primo ordine effettuato dopo il contest.
3) Il catalogo del sito www.creoedecoro.it si arricchisce di nuovi prodotti, come le paste modellabili, la gomma siliconica per creare stampi e i colori per vetro con i relativi contornatori
4) Nuovi corsi e Kit per tante tecniche creative, utili anche per chi non ha la possibilità di seguire i corsi dal vivo perchè completi di tutorial. La novità di questi corsi sta nell'usufruire gratuitamente del corso semplicemente comprando il kit. Anche i kit si possono acquistare sul sito
Vi aspetto

mercoledì 4 novembre 2015

Fantasy & Hobby 12a edizione Novembre 2015


Anche la 12° edizione di Fantasy & Hobby porta tante novità, soprattutto per quanto riguarda il vintage creativo in tutte le sue forme!
Fantasy&Hobby da 6 anni ormai si tiene a Genova e quest’anno è in programma dal 6 all’ 8 novembre nella splendida cornice dei Magazzini del Cotone del Porto Antico.
Per la prima volta la  manifestazione ospiterà due settori dedicati al vintage creativo, un primo denominato "Hobby&Vivi Vintage"  e un secondo "Curiosando in soffitta".

La fiera si conferma uno dei più importanti appuntamenti italiani dedicati alla fantasia e alla creatività  manuale; una vetrina aggiornata sulle ultime mode e tendenze, da quelle più tradizionali a quelle più
innovative  nell'ambito delle arti manuali e dell'obbistica.

L’evento è diventato in questi 6 anni (due edizioni all’anno, una a marzo e una a novembre) la tappa
fieristica del settore per il nord ovest d’Italia, tre giorni di full immersion tra abilità e fantasia,
che soddisfa le curiosità delle migliaia di obbiste che solitamente la visitano, alle prese con i tanti
acquisti ma anche dalla frenesia di oltre 200 tra corsi e dimostrazioni in calendario.

Fantasy&Hobby è l’occasione per incontrare circa 70 aziende produttrici e rivenditori del settore
dell’obbistica, della manualità e della creatività; permette di scegliere tra la varietà di prodotti
proposti (feltro, tessuti, perline, colori, carte, lana, pizzi, timbri ecc..) e di evolvere le tecniche
dell’obbistica creativa  (decoupage, scrapbooking, bijoux, punto croce, patchwork e quilting, ceramica, cucito creativo,shabby,  soft painting, stencil, spolvero, lavorazione artistica) e molto altro ancora.

Due le innovazioni messe in cantiere per quest’edizione: "Hobby&Vivi Vintage",la mostra mercato con vestiti, oggetti e mobili che vanno dagli anni ’20 agli anni ’80, una ripresa dei colori e delle geometrie del passato che verranno rivisitate in chiave moderna.
Nella spazio "Curiosando in soffitta" alcune esperte  insegneranno a riportare a nuova vita i vecchi mobili grazie all’utilizzo di tecniche e trucchi del mestiere,  inoltre nel corso delle tre giornate ci saranno alcuni corsi per imparare le tecniche del recupero.

Anche in quest’edizione è previsto il settore Fantasy Cake con una selezione di espositori e un’area
interamente dedicata ai corsi e alle dimostrazioni del mondo della pasticceria, del cake design e
dell’arte decorativa.

La fiera si arricchisce come di consuetudine di numerosissimi corsi e dimostrazioni pratiche per
perfezionare e avvicinarsi alle tecniche creative manuali. Nel sito l’elenco suddiviso per giornate
ed orario con tutto il programma aggiornato, sarà anche possibile pre-iscriversi contattando direttamente gli organizzatori e garantirsi così il posto.

Come d’abitudine sono in programma diverse attività dedicate ai più piccoli tenute da personale esperto: i bambini avranno laboratori e corsi a loro dedicati, grazie ai quali potranno imparare e dar spazio alla loro  fantasia e permettere così alle mamme di visitare il salone in tutta tranquillità.

Tutte le informazioni su come arrivare, gli aggiornamenti e il calendario dei corsi e delle dimostrazioni sono disponibili nel sito www.fantasyehobby.it 

L’orario di apertura è dalle 9.30 alle 19.00; 8 euro l’intero e 6 euro il ridotto; 12 euro è la soluzione
abbonamento valido per tutti e tre i giorni di manifestazione. 

lunedì 26 ottobre 2015

Saponcini recuperati

Rieccomi a voi con altre notizie per gli appassionati del recupero. Questa volta propongo un semplice progetto per recuperare il.. sapone! Sto parlando delle classiche saponette profumate che ci piace tanto mettere in bagno o anche nei cassetti a profumare la biancheria.. e soprattutto ci piace usarle anche per lavarci.

Se avete del sapone che da tempo non usate più e volete ridargli nuova vita questo progetto fa per voi. Questi gli ingradienti ed il procedimento.
Cosa serve:

  • Sapone del tipo che si usa normalmente per lavarcisi (250gr circa)
  • Olio essenziale (poche gocce)
  • Acqua (pochi cucchiai)
  • Succo di 1 limone
  • Grattugia
  • Recipiente di plastica
  • Pentola per contenere il recipiente
  • Cucchiaio di legno
  • Stampo per colate
  • Elementi decorativi a piacere

Come si procede:
Il sapone deve essere grattugiato per facilitarne lo scioglimento. Attenti alle dita!
Quando il sapone è stato grattugiato tutto lo si raccoglie nel recipiente e ci si aggiunge qualche cucchiaio di acqua ed il succo di 1 limone. Il limone faciliterà lo scioglimento del sapone.
Il recipiente con il sapone deve essere riscaldato a bagnomaria e a fuoco molto moderato, mescolando gentilmente di tanto in tanto. Questa parte deve essere fatta con attenzione perchè mescolare troppo fa incorporare una gran quantità di aria e quindi si forma anche una sorta di schiuma. In questa fase si aggiunge l'olio essenziale profumato che si amalgamerà al sapone durante lo scioglimento.
Raccomando di evitare la bollitura del sapone. In questo primo progetto molto semplice non ho utilizzato coloranti nè altri elementi come fiori secchi o altri elementi che rimando invece a successivi progetti. Quando il sapone sarà sciolto, ovvero avrà la consistenza di una crema, utilizzare uno stampo per colate ( tipo quelli che si usano per i gessetti profumati) e riempire le forme di sapone.

Ora inizia la fase in cui ci vuole più tempo: l'asciugatura. Infatti a seconda dell'umidità dell'ambiente l'evaporazione dell'acqua incorporata nel sapone potrà essere più o meno lunga.

Può essere necessario da un giorno ad una settimana. Nel mio caso ci sono voluti ben tre giorni prima di poter estrarre i saponcini dallo stampo.

sabato 24 ottobre 2015

Florence Creativity V edizione Autunno 2015

 L'Autunno è la stagione clou del mondo fieristico creativo e siamo ormai nel pieno.  Come sempre sono in cerca di notizie da comunicare ai miei lettori e mi sento di rinnovare l'invito a visitare Florence Creativity dal 29 Ottobre al 1° Novembre, che ha preparato anche quest'anno gradevoli sorprese per i visitatori.

 Come sempre ci saranno contest e avvenimenti importanti: ritorna il contest de la parete creativa con a tema lo "Zoo Creativo" che, come per la scorsa edizione, darà la possibilità ai partecipanti di entrare in fiera da un'entrata riservata e con un biglietto ridotto, qui gli schemi da cui prendere spunto.
 Altra notizia simpatica è il contest a scopo benefico riguardante il ricamo organizzato in collaborazione con "Club il gioiello".
Ma la vera chicca è l'appuntamento con alcuni maestri dello stile Bohémien che, con la loro esperienza, daranno consigli e idee agli appassionati del vintage. Quindi dal 29 Ottobre al 1 Novembre 2015 Florence Creativity alla Fortezza da Basso vi aspetta con tante novità, prima tra tutte The Bohémien Marketplace 

Ed ecco il biglietto ridotto offerto da Voglio Creare per i nostri lettori. Presentatelo alla cassa e avrete diritto ad una riduzione sul biglietto d'ingresso. Buon divertimento

giovedì 3 settembre 2015

Il Volumik 3D: cos'è?

Parliamo di una tecnica che personalmente uso spesso perchè mi da la possibilità di creare decorazioni che posso applicare ovunque: il Volumik 3D.

Si tratta di fogli formato A4 costituiti da uno strato molto sottile di metallo abbastanza morbido e malleabile da poter essere tagliato con una semplice forbicina da decoupage e vengono realizzati dalla ditta Greendecor srl.

 Il foglio di metallo si può trovare unito ad uno strato di pannolenci o pannolana anche loro molto sottili, oppure unito ad un foglio di carta stampata, oppure unito ad un foglio di plexiglass o infine il solo foglio di metallo che può essere dipinto per creare delle decorazioni assolutamente personalizzate.

Il principio base di questa tecnica è quello dell'antica tecnica dello sbalzo su lamina di metallo. Nell'antichità si usava di solito una lamina sottile di oro o argento ma anche rame perchè metalli più duttili e malleabili ma di questa antica tecnica così affascinante preferisco parlarne in un altro momento.

Che la lamina sia unita al pannolenci o al plexiglass resta comunque abbastanza morbido da poter essere tagliato con un semplice paio di forbicine: utilizzando una semplice matita si esegue un disegno sul lato metallico, ad esempio un fiore, e poi si ritaglia. Utilizzando l'apposito tappetino di lattice ed i due bulini si modellano le parti ritagliate per poi incollarle insieme a formare il disegno originale ma in 3D! Perchè è appunto questo l'effetto che si ottiene con questa tecnica ovvero la tridimensionalità.

Altra variante del Volumik 3D è il foglio di lamina metallica unito ad un foglio di carta stampata con immagini di fiori, foglie, farfalle e coccinelle. Il tutto in due varianti, ovvero con effetto velluto o con effetto porcellana. A livello funzionale non hanno nulla di diverso l'una dall'altra.

La differenza la si nota a livello visivo e a livello tattile in quanto i fogli ad effetto velluto danno l'impressione vera e propria del velluto, mentre quelli ad effetto porcellana sono lisci e se ci si passa su una, o meglio ancora due mani di lucido, si ottiene un effetto molto simile alla porcellana.

Inoltre alcuni modelli hanno anche un foglio guida da usare come base, tipo carta da decoupage, e su cui applicare i fiori e le foglie abbinati al modello. Anche questi fogli esistono sia effetto velluto che effetto porcellana.

Il procedimento per realizzare i fiori per le decorazioni in 3D è molto semplice: ritagliare i fiori e le foglie ed eventualmente qualche farfalla o coccinella; fare una composizione di prova e poi con l'aiuto del tappetino di lattice e dei bulini,

che sono due ma hanno quattro punte di diversa grandezza, si passa a modellare il tutto lavorando sul retro della stampa, ovvero a diretto contatto con la lamina di metallo. Posizionando due fiori l'uno sull'altro, di grandezza uguale o anche diversa, dà maggiore tridimensionalità al fiore.

Incollare i vari pezzi è molto facile: di solito si usa la colla a caldo ma è possibile farlo anche con una colla molto forte come la Fortecol sempre di Greendecor. Il primo metodo è molto veloce ma, siccome questa tecnica può essere utilizzata anche dai bambini è altrettanto buono, e forse anche più sicuro, il secondo metodo con la colla fredda, anche se ci si impiega un pò di tempo in più.

La decorazione Volumik può essere completata  con un pizzico di glitter in polvere o una spolveratina di granelli di vetro per l'effetto brina, sulla versione effetto velluto, o con un paio di mani di Lucido Porcellana per un effetto porcellana semplice, o Lucido Glitterato per un effetto porcellana un pò particolare.

Infine, ma non per questo meno importante, c'è la lamina bianca, su cui è possibile dipingere per creare delle decorazioni molto personalizzate. I colori consigliati per dipingere sulla lamina metallica sono i Tuttoinuno di Greendecor.

I Tuttoinuno sono colori acrilici di nuova concezione in quanto possono essere usati su qualsiasi base senza bisogno di alcun aggrappante; sono cremosi e si miscelano bene tra loro; hanno una finitura satinata e non necessitano di alcuna vernice di protezione, a meno che non si desideri un effetto lucido.

Come già detto è una tecnica che uso molto perchè mi da la possibilità di spaziare in tanti campi diversi della decorazione:

sull'oggettistica, nell'arredamento d'interni e addirittura sugli accessori personali.
I prodotti per la tecnica Volumik 3D sono disponibili sul sito www.creoedecoro.it 

giovedì 27 agosto 2015

Orologio quasi.. mix media

Ho voluto creare questo orologio con un misto di tecniche tra le quali non potevano assolutamente mancare le mie preferite: Shabby Color e Pizzi Shabby
Occorrente:

Procedimento:
Come prima cosa preparare le coccinelle con la pasta di mais perchè hanno bisogno di più tempo per l'asciugatura.
Dare una mano di aggrappante bianco shabby color all'ovale di ceramica. Se l'ovale non è perfettamente liscio non importa, anzi, quello che in altre tecniche sarebbe considerato un difetto, in questo caso potrebbe diventare una sua caratteristica di rilievo. Lo Shabby Color valorizza anche i difetti di un oggetto. Dopo l'asciugatura dell'aggrappante dare una mano di colore giallo caldo e dopo l'asciugatura del colore passare la paraffina, o candela, dove intendiamo dare risalto all'usura dell'oggetto. Ricoprire tutto con una mano di colore bianco di copertura Shabby Color e quando il colore è asciutto passare la carta abrasiva per tirar fuori il colore sottostante.

Dal pizzo tagliare una striscia abbastanza grande da coprire l'ovale in diagonale per una larghezza tra 8 e 10 cm, togliare eventuali bordi e ricavare quattro piccoli decori che andranno a segnare i quattro punti cardinali. Posizionare il pizzo sull'ovale ed attaccarlo usando il Fondo Shabby. Attendere la perfetta asciugatura del pizzo. In una ciotolina mettere un pò di Cera Neutra Shabby, aggiungere un pò di colore giallo caldo e mescolare bene con una spatolina di legno. Prendere un pò della pasta cerosa ottenuta e metterla su uno spazzolino da denti, stemperare su un foglio di carta e poi spazzolare il pizzo per esaltarne la trama attraverso la cera colorata.

Da un foglio di fiori Volumik di colore rosso carminio ritagliarne due di piccole dimensioni e modellarli con tappetino e bulino poi incollarli in posizione centrale rispetto al decoro in pizzo a forma di ali posizionati sulle ore 3 e l3 ore 9. In corrispondenza delle ore 6 e delle ore 12 mettere un decoro in pizzo a forma di goccia. Per le altre ore mettere in senso alternato la pietra trasparente verde e la coccinella usando sempre la Colla Shabby.

Con un pennellino a punta tonda numero 1 e il Rameliquido riprendere il disegno del pizzo ma solo in alcuni punti, per dare un tocco in più. Passaggio finale proteggere il lavoro con una mano di Fissatore Shabby sulle parti trattate con colore ceroso e Rameliquido, ovvero il pizzo. Bucare il pizzo all'altezza del foro nell'ovale ed inserirvi il meccanismo dell'orologio.

Aggiungendo la pila l'orologio diventa perfettamente funzionante.

Tutti prodotti per realizzare il progetto sono disponibili sul sito www.creoedecoro.it